I tesori del Borgo Antico

Basilica di San Nicola

Fortemente voluta dall’Abate Elia e dal principe Boemondo I d’Altavilla, accoglie le reliquie del Santo sin dall’anno della realizzazione della cripta, nel 1089. Cuore romanico di Bari Vecchia, fu innalzata sui resti della residenza del Catepano, una costruzione civile di epoca bizantina. La sua vertiginosa facciata bianca si staglia nel cielo del borgo antico maestosa e splendente. Al suo interno risaltano, per il particolare pregio artistico, il ciborio e la cattedra di Elia.

Muraglia

Dell’antica fortificazione che cingeva in un abbraccio protettivo l’antica Bari, resta in piedi solo il tratto che si affaccia sul mare, da piazza Ferrarese sino al Monastero di Santa Scolastica. L’impianto difensivo realizzato nel IV secolo a.C. è stato rinforzato nel Medioevo. Oggi, privo della sua funzione originaria, è un punto di vista privilegiato per innamorarsi dell’orizzonte a qualunque ora del giorno e scattare foto indimenticabili.

Castello Normanno-Svevo

Ruggero il Normanno, Federico II di Svevia, Isabella d’Aragona, Bona Sforza: importanti pagine della storia europea hanno incrociato il destino di Bari fra le mura della fortezza cittadina, eretta nel 1132. I lavori più imponenti si devono a Isabella d’Aragona. Fu lei a dotare il castello di una cintura di bastioni e di quattro poderose torri che ne fecero una delle opere militari più importanti in Italia.

Cattedrale di San Sabino

Tormentata è la storia della Cattedrale di Bari, protagonista nella sua storia di continue distruzioni e rifacimenti. In stile romanico, come la Basilica, colpisce al primo sguardo per il suo rosone, ornato da mostri ed esseri fantastici. Ogni anno si compie la magia del solstizio d’estate: i raggi del sole attraversano il rosone e proiettano un fascio di luce sulla navata centrale, in corrispondenza del rosone disegnato davanti all’altare.

Fortino di S. Antonio

Il punto di vedetta della Muraglia è il belvedere affacciato sul tratto del Lungomare di Bari più immortalato da fotografi e instagrammers. Il suo potenziamento come luogo strategico rientrava nel più ampio progetto di fortificazione della cinta muraria, voluto da Isabella D’Aragona nel XVI secolo.